Dieta e flora batterica


La dieta per preservare e rafforzare la flora batterica intestlnale è un programma di tipo qualitativo più che quantitativo: si basa cioè sulle corrette associazioni più cne sul calcolo delle calorie, F’ una dieta „salute” che insegna a nutrirsi in modo corretto.
Senza essere particolarmente restrittiva (tornisce circa 1.500 calorie al giorno permette anche d1 perdere gradualmente i chili di tTo.-ppO: 9 – 3 in un mese. Il programma, per te sue caratteristiche, può essere seguito senza controindicazioni anche per periodi prolungati https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18459025. Si permette così alla flora batterica dì ripristinarsi e mantenersi in salute, s! ritrovano energia, benessere e peso forma in modo equilibrato.

QUALI ALIMENTI?

  • Evitare lo zucchero bianco raffinato (che può innescare processi di fomentazione) ma anche i dolcificanti di sintesi: preferire fruttosio e zucchero di canna buono.
  • Utilizzare sale marino integrale.
  • Bere un litro e mezzo di acqua oligominerale al giorno. Questo quantitativo può essere raggiunto anche con l’aiuto di tisane depurative, a scelta tra finocchio, menta, malva, anice, verbena; succhi d2 frutta C spremute di agrumi senza zuccheri, alcolici e superanaicolici, tè e caffè comprare.
  • Per condire usare due cucchiai di olio extravergine d’oliva ai giorno, a crudo. Per cucinare alle alte temperature preferire quello dì arachídi (tiene meglio la cottura’.
  • Spezie, aromi e aceto di mele si possono utilizzare a piacimento.

Rate this post